Area stampa arrow-right icon

Manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori a Palermo e Milano

nell’ambito di LE BUONE PRATICHE DELLA RIPARTENZA | LO SPETTATORE AL CENTRO

News

calendar icon10 dicembre 2021
Dopo un anno di lavoro e numerosi incontri, il Manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori riprende il proprio cammino, con due appuntamenti a Palermo e Milano, in cui verrà presentata e discussa la nuova versione del testo.

Il progetto è nato dalla volontà comune della Associazione Culturale Ateatro e dello “spettatore professionista” Stefano Romagnoli di porre lo spettatore al centro della riflessione, dopo la lunga chiusura dei luoghi di spettacolo determinata dall’emergenza sanitaria.

In occasione della presentazione della seconda parte della 54esima stagione, domenica 12 dicembre alle 11, presso il Teatro Libero di Palermo (partner del progetto), Oliviero Ponte di Pino e Luca Mazzone incontreranno gli spettatori del Teatro Libero di Palermo per discutere del Manifesto dei diritti dello spettatore. Il giorno successivo, lunedì 13 dicembre, come tappa conclusiva di questo percorso, a Milano, al Chiostro Nina Vinchi del Piccolo Teatro,  verrà presentata la nuova edizione del Manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori.

Hanno assicurato la loro presenza tra gli altri Giulia Alonzo (TrovaFestival), Fanny Boucquerel (Paris 8), Patrizia Coletta (Fondazione Toscana Spettacolo Onlus), Patrizia Cuoco (Ateatro), Martha Friel (IULM), Mimma Gallina (Ateatro), Luca Mazzone (Teatro Libero, Palermo), Matteo Negrin (Piemonte dal Vivo), Andrea Paolucci (Teatro dell’Argine), Velia Papa (Marche Teatro), Oliviero Ponte di Pino (Ateatro), Stefano Romagnoli (spettatore professionista), Giulio Stumpo (Ateatro), Agata Tomsic (Polis Festival). Incursioni spett-attoriali di Valerio Bongiorno e Debora Zuin.

Per informazioni su come partecipare: segreteria@ateatro.org

Per maggiori informazioni sul percorso del Manifesto dei diritti e dei doveri degli spettatori, è possibile consultare la sezione dedicata sul sito di Ateatro.

Potrebbero interessarti

News

CIAK! Piemonte che Spettacolo: si gira in 10 sedi

Motore, azione! Si “riaccende” lo spettacolo in dieci “set” d’eccezione del Piemonte con la regia dei talenti del cinema. Circo contemporaneo, danza aerea, teatro, musica classica ed elettronica vanno in scena in castelli, musei, confraternite, complessi monumentali, palazzi e dimore storiche, hub di creatività e innovazione con “CIAK! Piemonte che Spettacolo”, il progetto ideato e messo in campo da Fondazione CRT, Film Commission Torino Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo per promuovere le eccellenze del patrimonio artistico, architettonico e paesaggistico attraverso le performing arts e le produzioni cinematografiche. Con la riapertura dei luoghi della cultura e la ripartenza degli eventi, prendono il via le riprese per la realizzazione di dieci clip e cortometraggi d’autore destinati alla diffusione locale, nazionale e internazionale. Protagonisti i dieci videomaker selezionati tramite bando che, insieme alle compagnie dello spettacolo dal vivo animeranno dieci location diffuse in tutte le province piemontesi. L’iniziativa unisce il valore culturale a quello economico-occupazionale, con l’obiettivo di rilanciare il territorio anche in chiave turistica, e far ripartire i comparti dello spettacolo e delle produzioni audiovisive messi a dura prova dalla pandemia. Un segnale forte e concreto, realizzato grazie alla sinergia tra Fondazione CRT e le due Fondazioni partecipate della Regione Piemonte. Castello del Monferrato a Casale Monferrato (Alessandria) Danza aerea e circo Compagnia Banda Verticale produzione cinematografica a cura di BabyDoc Beni gestiti dalla Fondazione Asti Musei – Palazzo Alfieri, Palazzo Mazzetti, Cripta di Sant’Anastasio, Torre Troyana (Asti) Danza e musica classica Compagnia Balletto Teatro di Torino e RivoliMusica produzione cinematografica a cura di Epica Film Ricetto di Candelo (Biella) Teatro - danza, circo contemporaneo Compagnia blucinQue – Fondazione Cirko Vertigo produzione cinematografica a cura di Una Film Complesso monumentale del Broletto (Novara) Teatro Compagnia Teatro della Caduta produzione cinematografica a cura di Neverbird Palazzi storici del centro cittadino, Confraternita dei Disciplinati Bianchi e Teatro Romano a Bene Vagienna (Cuneo) Teatro e musica Compagnia Faber Teater produzione cinematografica a cura di Moby Studio Castello di Govone (Cuneo) Teatro e musica Bandakadabra produzione cinematografica a cura di S-Pot Production OGR - Officine Grandi Riparazioni (Torino) Danza e musica Compagnia Egri Bianco Danza e Fondazione Accademia Perosi di Biella produzione cinematografica a cura di Robin Studio Museo Regionale di Scienze Naturali (Torino) Musica The Sweet Life Society produzione cinematografica a cura di Start Villa Giulia a Pallanza (Verbania) Danza e musica elettronica Elisa Sbaragli e Sissj Bassani, con Alberto Ricca – in collaborazione con Cross Project produzione cinematografica a cura di Setteventi Museo Francesco Borgogna (Vercelli) Danza e musica classica Compagnia Zerogrammi e la Società del Quartetto produzione cinematografica a cura di Imago Communication Entro l’estate saranno pronte le 10 opere, da realizzare come previsto dalla call, ognuna in tre formati diversi (59 secondi, 2 minuti e 59, cortometraggio). Clip e cortometraggi rappresenteranno una nuova opportunità di valorizzazione e promozione sia dei luoghi sia dei talenti della creatività (performer e videomaker), catalizzando l’attenzione di un pubblico ampio ed eterogeneo attraverso il mercato nazionale e internazionale cinematografico e televisivo, i circuiti indipendenti, i festival. Allo stesso tempo, i filmati in formato clip contribuiranno, a partire dall’estate/autunno al rafforzamento delle strategie di promozione turistica e di marketing territoriale del Piemonte, attraverso molteplici canali quali, ad esempio, siti web e social media, stazioni ferroviarie, metropolitane, aeroporti, enti pubblici e privati orientati al rilancio del turismo culturale grazie alla partnership con VisitPiemonte, la società in house della Regione Piemonte e di Unioncamere Piemonte, che si occupa della valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio. Grazie alla collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, i cortometraggi e il racconto del progetto in tutte le sue fasi saranno presentati poi in anteprima assoluta nell’ambito della programmazione del prossimo Torino Film Festival - 39° edizione (dal 26 novembre al 4 dicembre 2021) e del contemporaneo Torino Film Industry.

calendar icon31 maggio 2021
News

CORPI IN PIENA per Arte al Centro 2021

L'esito della residenza di Matteo Marchesi alla Cittadellarte di Biella.

calendar icon18 ottobre 2021
News

#oltrelacittà arriva in Lavanderia

La terza tappa del progetto a Collegno.

calendar icon04 ottobre 2021

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!