ASSOCERÒ SEMPRE LA TUA FACCIA ALLE COSE CHE ESPLODONO

calendar icon05 novembre 2021
map iconOrbassano - Teatro Pertini
clock icon21:00
Crediti

di Emanuele Aldrovandi
con Paolo Bufalino, Marzia Gallo, Massimo Scola, Petra Valentini
video editing di Emanuele Giorgetti
regia di Vittorio Borsari
CHRONOS3

Nell’ambito di NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo, edizione 2019/2020

Biglietteria

In aggiornamento

“Per l’americano o l’europeo medio, la Coca-Cola costituisce una minaccia assai più letale di Al Qaida” (Yuval Noah Harari)

“Come è possibile che i terroristi dominino i titoli degli organi d’informazione e influenzino la situazione politica mondiale? Semplicemente spingono i loro nemici a reagire in maniera eccessiva. Nella sua essenza, il terrorismo è una forma di spettacolo.” 

Il tema di fondo di Assocerò sempre la tua faccia alle cose che esplodono è quello dell’integrazione delle seconde generazioni di immigrati in Europa, visto da diversi punti di vista: chi discrimina, chi parte come foreign fighter, chi cerca di integrare/integrarsi, chi sfrutta, chi viene sfruttato, chi cerca di approfittare della situazione e chi sceglie la violenza. L’obiettivo non fornire uno sguardo esaustivo sulla “realtà” – per quello sono molto più adatti i documentari o i reportage giornalistici – ma di aprire squarci di riflessione, con un approccio talvolta empatico talvolta concettuale, sulle dinamiche sociali del multiculturalismo nell’Europa contemporanea. 

“Non si può parlare di cosa significa essere europei, senza parlare dei sogni delle seconde e delle terze generazioni di immigrati. Non si può parlare dei sogni delle seconde e delle terze generazioni di immigrati, senza parlare delle difficoltà d’integrazione. Non si può parlare delle difficoltà d’integrazione, senza parlare del terrorismo di matrice islamica. Non si può parlare del terrorismo di matrice islamica, senza parlare della politica coloniale degli stati europei. Non si può parlare della politica coloniale degli stati europei, senza parlare di cosa significa essere europei. Questo spettacolo parla di queste cose, della difficoltà di viverle e della difficoltà di parlarne”. 

Emanuele Aldrovandi

Crediti

di Emanuele Aldrovandi
con Paolo Bufalino, Marzia Gallo, Massimo Scola, Petra Valentini
video editing di Emanuele Giorgetti
regia di Vittorio Borsari
CHRONOS3

Nell’ambito di NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo, edizione 2019/2020

Biglietteria

In aggiornamento

Potrebbero interessarti

Corto Circuito

LA LEGGENDA DEL PALLAVOLISTA VOLANTE

calendar icon11 febbraio 2022
map iconPoirino - Salone Italia
clock icon21:00
Corto Circuito

IL FUNAMBOLO DELLA LUCE

(Nikola Tesla, ovvero l’uomo che illuminò il mondo)

Di e con Ciro Masella

calendar icon18 marzo 2022
map iconVercelli (Anacoleti) - Teatro Civico
clock icon21:00
Corto Circuito

BLASÈ

calendar icon13 maggio 2022
map iconPoirino - Salone Italia
clock icon21:00

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!