Area stampa arrow-right icon

IL DUCE DELINQUENTE

La maggioranza degli italiani pensa che Mussolini fino al 1938 le abbia azzeccate quasi tutte, fino all'”errore” dell’alleanza con Hitler, delle leggi razziali, della guerra Lo spettacolo vuole dimostare che non è così. Prima del 1938, Mussolini aveva provocato la morte di Gobetti, Gramsci, Matteotti, Amendola, dei fratelli Rosselli e di don Minzoni. Aveva fatto morire in manicomio il proprio  figlio e la donna che aveva amato. Aveva preso e mantenuto il potere nel sangue, perseguitando oppositori e omosessuali, imponendo un clima plumbeo e conformista. Aveva chiuso i libici in campo di concentramento,bombardato gli spagnoli. Si era dimostrato uomo narcisista e cattivo. La guerra non è un impazzimento; è lo sbocco naturale del fascismo. E aver mandato i soldati italiani a morire senza equipaggiamento in Russia, nel deserto, in Albania è stato un altro crimine, contro il suo stesso popolo. E ancora devono arrivare gli orrori della guerra civile. E del neofascismo delle bombe sui treni, nelle banche, in piazza.

Una storia a due voci: Aldo Cazzullo racconta, Moni Ovadia legge i testi del Duce e delle sue vittime. Con musiche e canzoni dell’epoca.

Potrebbero interessarti

Stagione 2022-2023

FICTION (perdutamente serial)

(perdutamente serial)

calendar icon02 marzo 2023
map iconAlessandria - Teatro Alessandrino
clock icon21:00
Stagione 2022-2023

SUPPLICI

di Euripide

calendar icon09 febbraio 2023
map iconSaluzzo - Teatro Magda Olivero
clock icon21:00
Corto Circuito, Stagione 2022-2023

IL DIO BAMBINO

testo e musiche Giorgio Gaber e Sandro Luporini

calendar icon03 marzo 2023
map iconValenza - Teatro Sociale
clock icon21:00

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!