Area stampa arrow-right icon

IL PICCOLO PRINCIPE

“Un aviatore è costretto da un’avaria ad atterrare in pieno deserto: sabbia, solitudine, e sopra il suo capo le stelle… Ma ad un tratto, una voce: 'Mi disegni, per favore, una pecora?'".

Ecco che da una domanda sgorga un fiume di domande. E allora la pecora, la rosa, la volpe e chissà quante altre curiosità, come è giusto accada tra i bambini. Una storia semplice disegnata e letta con le stesse parole di Antoine de Saint Exupery, uno spettacolo in cui le scene si possono immaginare e guardare in una versione inedita: sabbia che diventa pittura rupestre, rocce che diventano fogli di carta. Una vicenda di amicizia ed educazione ai sentimenti. Una lezione fantastica che insegna ad ascoltare, a osservare, a prendersi cura dell’altro, a essere responsabili del mondo attorno a sé. La storia si segue con gli occhi, si ascolta con le orecchie e, un po’, col cuore. Gli occhi seguono le mani agili di Monica Calvi, intenta a disegnare la sabbia dei deserti, le orecchie si lasciano riempire dalle parole interpretate da Gisella Bein, voce soave. Per una volta, Il Piccolo Principe, si lascia attraversare e anche il più piccolo spettatore si sente protagonista, con i piedi posati su quella piccola stella.

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!