Area stampa arrow-right icon

LOCKE

Un uomo esce da un cantiere, si sfila un paio di stivali da lavoro e sale su una bella auto. Qui inizia il suo viaggio. Durante il tragitto, Locke parla al telefono con altre persone. lo spettatore non conosce le sue emozioni e i suoi pensieri, ma sono le telefonate a raccontare la sua storia ed è la forma dei suoi rapporti a svelare il personaggio di Locke, un uomo borghese che ha tutto sotto controllo e di cui tutti si fidano. Quella notte però Locke non torna a casa dal cantiere che dirige ma parte per un lungo viaggio che cambia per sempre la sua esistenza. Dal grande successo cinematografico diretto da Steven Knight con protagonista Tom Hardy, in scena la trasposizione teatrale affidata a Filippo Dini – attore e regista tra i più interessanti del panorama teatrale italiano – di un testo sull’assunzione di responsabilità e sull’estrema fragilità degli edifici morali sui quali costruiamo le nostre famiglie e le nostre sicurezze. 

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!