Area stampa arrow-right icon

SANDRO

Con questo spettacolo Bonazzi, Poli e Santonastaso raccontano una biografia esemplare a cavallo tra anni Settanta e Ottanta

Di Sandro Pertini restano indimenticabili alcune immagini, consegnate alla memoria di ciascuno da spezzoni televisivi. Sono immagini che hanno scandito alcuni degli avvenimenti della storia recente italiana (per esempio la vittoria dei Mondiali di calcio nel 1982 o la strage alla stazione di Bologna). In quegli avvenimenti Pertini c’era, naturalmente nel suo ruolo istituzionale. Ma c’era anche con la sua carica di umanità, con la sua storia che veniva da lontano, dalla guerra partigiana e dalla prigionia sotto il fascismo.

Era una figura che gli italiani sentivano vicina; divenne una sorta di “nonno” per i bambini e di icona pop: gli vennero dedicati fumetti e canzoni. Nella sua figura, come mai prima di allora e come mai sarebbe successo dopo, un’intera nazione si riconosceva e riconosceva i valori “puliti” della politica, o ciò che la politica dovrebbe rappresentare nella sua accezione più alta: solidarietà, vicinanza, attenzione alle persone.

 

 

Potrebbero interessarti

Corto Circuito

LE SORELLE ROBESPIERRE

calendar icon04 febbraio 2023
map iconBosconero - Teatro Comunale
clock icon21:00
Corto Circuito

VENERE E ADONE

di e con Roberto Latini

calendar icon17 febbraio 2023
map iconVercelli - Teatro degli Anacoleti
clock icon21:00
Corto Circuito

LE DONNE BACIANO MEGLIO

calendar icon14 gennaio 2023
map iconIvrea - Movicentro ZAC!
clock icon21:30

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!