Area stampa arrow-right icon

News

calendar icon05 agosto 2021
START AND GO. IL TEATRO SI FA IMPRESA

Individuare 8 formazioni artistiche che da ottobre saranno accompagnate attraverso un percorso di formazione manageriale per sviluppare le capacità necessarie a gestire e promuovere nuovi soggetti culturali in forma di impresa.

Si tratta di un progetto del Comune di Genova – ideato dal direttore artistico del Teatro Pubblico Ligure Sergio Maifredi per l’assessorato alle politiche culturali – a sostegno della creatività dei giovani per trasformare idee innovative in imprese impegnate nell’ambito dello spettacolo dal vivo (teatro, danza, performance multidisciplinari).

L’obiettivo – per raggiungere il quale sono previste tre fasi – è rafforzare il panorama teatrale ligure oltre a integrare nuovi soggetti nel circuito genovese.

Si inizierà nel mese di agosto con una call che avrà il compito di individuare i nuovi soggetti che saranno protagonisti del progetto. I partecipanti potranno essere non ancora costituiti formalmente nel momento della presentazione della candidatura.

Dopo la selezione verranno attivati percorsi di formazione con gli esperti di Hangar, progetto voluto all’assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e realizzato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, che dal 2014 si occupa di supporto e sviluppo del comparto culturale.

Gli esperti di Hangar assieme al Teatro Pubblico Ligure e il Comune di Genova affiancheranno i giovani selezionati su diversi temi, dal project management al fundraising, dalla consulenza aziendale e organizzativa alla comunicazione strategica fino al digital marketing. Verranno affrontati temi come la riforma del terzo settore e le necessarie pratiche per la realizzazione degli spettacoli dal vivo.

«Valorizzare l’offerta teatrale – afferma l’assessore comunale alle Politiche culturali Barbara Grosso – significa rendere la nostra città più attrattiva e vitale favorendo così anche l’indotto e dare la possibilità a dei giovani creativi di sviluppare importanti azioni imprenditoriali attraverso formule innovative e di qualità. Vorrei inoltre sottolineare, sotto questo punto di vista, il ruolo quasi maieutico del progetto: in fase di call infatti abbiamo deciso di accettare candidature anche di giovani che ancora non sono costituiti formalmente in gruppo. Ciò contribuirà a far venire alla luce realtà potenziali che ancora non ci sono ma che potrebbero rappresentare linfa vitale nel panorama artistico e culturale futuro».

«Questo progetto – dichiara Sergio Maifredi, presidente e direttore artistico di Teatro Pubblico Ligure – si è sviluppato all’interno dell’incarico che Teatro Pubblico Ligure ha ricevuto dalla Città di Genova, per contribuire a disegnare il piano strategico dei teatri a Genova. L’ho ideato per Genova, pensando ai giovani che vogliono trasformare la loro passione in un lavoro. Il proposito è fornire una formazione professionale a giovani compagnie ma anche incentivare la creazione di nuove, garantendo un percorso formativo manageriale e organizzativo. Si tratta di dare una visione ampia a chi si affaccia alla professione, con la concretezza che occorre per fare un ragionamento d’impresa e gettare le basi per costruire una realtà solida dentro la quale realizzare i propri sogni. Mi sono ispirato all’esperienza personale, vissuta ai tempi del Decentramento culturale negli anni Ottanta, quando si sono sviluppate molte esperienze nuove e interessanti. All’inizio le giovani compagnie teatrali non affrontano un percorso facile, ma Start and Go vuole offrire la possibilità di incamminarsi nella strada della professione acquisendo competenze per essere imprese culturali col profilo organizzativo oggi necessario».

«La Fondazione Piemonte dal Vivo – dichiara il direttore Matteo Negrin -, attraverso il progetto Hangar, vuole rispondere alle sfide del contemporaneo, abilitando l’accesso a quelle competenze utili a cogliere le opportunità dell’oggi e del futuro a venire. Questo è lo spirito di Hangar che si inserisce appieno nella nuova progettualità del Comune di Genova: introdurre una visione dell’impresa culturale come attore economico a tutti gli effetti. L’obiettivo è favorire l’intero ecosistema del management creativo, fornendo servizi e competenze».

Il percorso di Start and Go che sarà connotato anche da un apposito logo realizzato da Alfonso Flora. Prevede al suo avvio tre incontri intensivi su tutti i temi inerenti lo spettacolo dal vivo, un affiancamento on line e 5 incontri. Il percorso si concluderà a giugno 2022 con la restituzione artistica e gestionale, sotto la guida di Sergio Maifredi, alla presenza di esperti e autorità.

 

Informazioni su: www.comune.genova.it – www.genovacreativa.it

 

Potrebbero interessarti

News

28 novembre: Focus Città Metropolitane a Napoli

Un incontro a cura di Ateatro

calendar icon24 novembre 2022
News

START AND GO. IL TEATRO SI FA IMPRESA

Un progetto del Comune di Genova  

calendar icon05 agosto 2021
News

CIAK! Piemonte che Spettacolo: si gira in 10 sedi

Motore, azione! Si “riaccende” lo spettacolo in dieci “set” d’eccezione del Piemonte con la regia dei talenti del cinema. Circo contemporaneo, danza aerea, teatro, musica classica ed elettronica vanno in scena in castelli, musei, confraternite, complessi monumentali, palazzi e dimore storiche, hub di creatività e innovazione con “CIAK! Piemonte che Spettacolo”, il progetto ideato e messo in campo da Fondazione CRT, Film Commission Torino Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo per promuovere le eccellenze del patrimonio artistico, architettonico e paesaggistico attraverso le performing arts e le produzioni cinematografiche. Con la riapertura dei luoghi della cultura e la ripartenza degli eventi, prendono il via le riprese per la realizzazione di dieci clip e cortometraggi d’autore destinati alla diffusione locale, nazionale e internazionale. Protagonisti i dieci videomaker selezionati tramite bando che, insieme alle compagnie dello spettacolo dal vivo animeranno dieci location diffuse in tutte le province piemontesi. L’iniziativa unisce il valore culturale a quello economico-occupazionale, con l’obiettivo di rilanciare il territorio anche in chiave turistica, e far ripartire i comparti dello spettacolo e delle produzioni audiovisive messi a dura prova dalla pandemia. Un segnale forte e concreto, realizzato grazie alla sinergia tra Fondazione CRT e le due Fondazioni partecipate della Regione Piemonte. Castello del Monferrato a Casale Monferrato (Alessandria) Danza aerea e circo Compagnia Banda Verticale produzione cinematografica a cura di BabyDoc Beni gestiti dalla Fondazione Asti Musei – Palazzo Alfieri, Palazzo Mazzetti, Cripta di Sant’Anastasio, Torre Troyana (Asti) Danza e musica classica Compagnia Balletto Teatro di Torino e RivoliMusica produzione cinematografica a cura di Epica Film Ricetto di Candelo (Biella) Teatro - danza, circo contemporaneo Compagnia blucinQue – Fondazione Cirko Vertigo produzione cinematografica a cura di Una Film Complesso monumentale del Broletto (Novara) Teatro Compagnia Teatro della Caduta produzione cinematografica a cura di Neverbird Palazzi storici del centro cittadino, Confraternita dei Disciplinati Bianchi e Teatro Romano a Bene Vagienna (Cuneo) Teatro e musica Compagnia Faber Teater produzione cinematografica a cura di Moby Studio Castello di Govone (Cuneo) Teatro e musica Bandakadabra produzione cinematografica a cura di S-Pot Production OGR - Officine Grandi Riparazioni (Torino) Danza e musica Compagnia Egri Bianco Danza e Fondazione Accademia Perosi di Biella produzione cinematografica a cura di Robin Studio Museo Regionale di Scienze Naturali (Torino) Musica The Sweet Life Society produzione cinematografica a cura di Start Villa Giulia a Pallanza (Verbania) Danza e musica elettronica Elisa Sbaragli e Sissj Bassani, con Alberto Ricca – in collaborazione con Cross Project produzione cinematografica a cura di Setteventi Museo Francesco Borgogna (Vercelli) Danza e musica classica Compagnia Zerogrammi e la Società del Quartetto produzione cinematografica a cura di Imago Communication Entro l’estate saranno pronte le 10 opere, da realizzare come previsto dalla call, ognuna in tre formati diversi (59 secondi, 2 minuti e 59, cortometraggio). Clip e cortometraggi rappresenteranno una nuova opportunità di valorizzazione e promozione sia dei luoghi sia dei talenti della creatività (performer e videomaker), catalizzando l’attenzione di un pubblico ampio ed eterogeneo attraverso il mercato nazionale e internazionale cinematografico e televisivo, i circuiti indipendenti, i festival. Allo stesso tempo, i filmati in formato clip contribuiranno, a partire dall’estate/autunno al rafforzamento delle strategie di promozione turistica e di marketing territoriale del Piemonte, attraverso molteplici canali quali, ad esempio, siti web e social media, stazioni ferroviarie, metropolitane, aeroporti, enti pubblici e privati orientati al rilancio del turismo culturale grazie alla partnership con VisitPiemonte, la società in house della Regione Piemonte e di Unioncamere Piemonte, che si occupa della valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio. Grazie alla collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, i cortometraggi e il racconto del progetto in tutte le sue fasi saranno presentati poi in anteprima assoluta nell’ambito della programmazione del prossimo Torino Film Festival - 39° edizione (dal 26 novembre al 4 dicembre 2021) e del contemporaneo Torino Film Industry.

calendar icon31 maggio 2021

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!