Area stampa arrow-right icon

Storie di legalità

Esempi di cittadinanza virtuosa nei teatri del Piemonte

Punti di Vista

calendar icon14 marzo 2024
"Il teatro è una grande forza civile" (Leo de Berardinis)

Come insegnava un grande pioniere delle Discipline dello spettacolo in un testo fondativo della materia, «lo studio […] del fenomeno teatrale non può prescindere […] dalla conoscenza altrettanto precisa dell’ambiente sociale, culturale, politico, economico nel quale il fenomeno stesso si presenta» (Achille Mango, Verso una sociologia del teatro, Celebes Editore, Trapani 1978, p. 5). L’arte scenica infatti, più di ogni altra forma artistica, tende a conservare in sé tracce, ora esplicite ora carsiche, delle frizioni tra fatto creativo e società, in quanto espressione viva, ontologicamente collocata nel tempo presente.

Fin dalle proprie origini, d’altronde, quel mondo possibile deputato alla creazione di immagin-azioni che i Greci chiamavano theatron – espressosi anticamente nella piazza dell’agorà (prima ancora che in strutture architettoniche adibite) – nasce come una pubblica arena, come un luogo collettivo (un Globe) in cui veder rispecchiata la propria essenza non soltanto umana, ma anche e soprattutto sociale. È dunque da sempre un territorio squisitamente politico, nel senso più intimo e puro del termine, senza alcuna screziatura partitica: uno spazio di espressione, dibattito e catarsi per coloro che appartengono alla polis, all’assemblea partecipata della città. Il teatro insomma – tutto il teatro, nelle sue forme migliori – contiene in sé una funzione civile.

A dar forma e struttura a questo laboratorio di cittadinanza attiva sono oggi innanzitutto le vicende esemplari, le parole, le azioni di quanti spesso non hanno più voce. Le grandi tragedie profane, i grandi miti del nostro contemporaneo. È il caso, fra gli altri, di Ilaria Alpi, di cui il prossimo 20 marzo ricorrono i 30 anni dalla scomparsa. O ancora di Aldo Moro, Elda Pucci, Falcone e Borsellino, Piera Aiello. In vista così della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa da Libera per il 21 marzo, il Circuito invita il proprio pubblico a prender nota del ricco cartellone di proposte legate al filone legalità disseminate sul territorio regionale.

SCOPRI

img
img
img
img
img
img
img
INFORMAZIONI

Il contributo recupera e aggiorna la newsletter del 13.3.2024 di Fondazione Piemonte dal Vivo

Potrebbero interessarti

Punti di Vista

Vuole che io danzi o che io parli?

Con contributi di P. De Pasquale e C. Vinella

calendar icon19 marzo 2024
Punti di Vista

Un Circuito “for All”

Dalla newsletter del 15.12.2023

calendar icon01 marzo 2024
Punti di Vista

L’Arte è Pace

Un messaggio di Jon Fosse per la Giornata Mondiale del Teatro

calendar icon27 marzo 2024

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!