Area stampa arrow-right icon

Tempo di Happy Hour

Punti di Vista

calendar icon12 marzo 2024
Un "ritorno di fiamma"
Giovedì 1° febbraio – a otto anni e mezzo dalla prèmiere di Hong Kong – torna in scena sul palco del Milanollo di Savigliano HAPPY HOUR, “passo a due” prodotto da Wooshing Machine, compagnia fondata nel 1998 a Bruxelles. Presenti in platea anche i blogger Paola De Pasquale, Erica Marchese, Mirco Spadaro e Camilla Vinella della redazione itinerante di We Speak Dance.

Mauro Paccagnella e Alessandro Bernardeschi – ideatori e interpreti – trasportano sul palco una conoscenza pressoché ventennale. Entrambi italiani, entrambi esiliati, entrambi sulla cinquantina, entrambi danzatori. Un duo che gioca sui propri punti di contatto, su una lunga amicizia, su una storia al tempo stesso individuale e collettiva. Si sorprendono, si aiutano, si osservano, si lasciano andare, si annusano, evocano quella remota adolescenza italiana, la politica, il rapporto con gli altri, l’invecchiamento. Tra battute italiane e accenti d’Oltralpe, uno sguardo sotto il cofano dell’esistenza, scivolando impercettibilmente dall’allegria alla malinconia, dall’intensità all’umorismo.

Regalando un’ora di felicità (di Erica Marchese)

1° febbraio 2024. All’apparenza è un giovedì sera qualunque di fine inverno. Un filo di nebbia e un freddo pungente riempiono l’aria di Savigliano. All’interno del Teatro Milanollo, un piccolo gioiello piemontese, tuttavia, si sta per inaugurare l’inizio di uno speciale Happy Hour, come indica il titolo di questo spettacolo. No, non si tratta dell’ora dell’aperitivo anglosassone (alcolico e a prezzi scontati), non solo almeno, ma a risuonare è soprattutto una traduzione più letterale dell’espressione. Sta per iniziare una vera e propria ora felice per i partecipanti.

Le due semplici parole inglesi lasciano già intendere a cosa si assisterà nel corso dell’ora successiva, eppure, il pubblico non può fare a meno di rimanere stupito e incantato dalle proposte dei due danzattori: protagonisti e ideatori di questo format danzante, che costituisce il primo capitolo di una trilogia. Mauro Paccagnella e Alessandro Bernardeschi della Wooshing Machine Company si confrontano e si guidano l’un l’altro nell’esecuzione delle singole materie in cui è divisa questa prima ora dedicata alla felicità. Interviste, ricordi di giovinezza, momenti di affetto, ma anche drammatici e violenti, si susseguono in un’atmosfera internazionale, ma sempre legata al ricordo e allo spirito della propria terra natale. Un pezzo di Italia che ha fatto il giro del mondo prima di ritornare alle sue origini. Difatti, tra un’interpretazione in inglese, una in francese e una in spagnolo, oltre che in italiano e in dialetto veneto, l’Happy Hour è arrivato fino a Hong Kong, per poi tornare in questi mesi in Italia alla 98esima replica. Perché questa ora di felicità è contagiosa, proprio come le risate che suscita.

single image

Alessandro e Mauro sono due calamite per lo sguardo. A danzare non sono solo i loro corpi, ma anche la loro voce e i loro pensieri. Una danza agile, precisa, perfettamente coordinata, ma anche in grado di riposare, di scherzare e di non prendersi troppo sul serio. Dietro ogni singolo movimento e parola si percepisce il ricco bagaglio di esperienze alle spalle dei due interpreti, che tuttavia con estrema umiltà continuano a rinnovarsi, mantenendo lo spettacolo sempre fresco e nuovo, anche dopo tutte le repliche.

Il pubblico è complice: desideroso, ma anche timoroso di partecipare alla conversazione. Del resto, non può rifiutare l’invito del duo affiatato, che fin da subito lo spinge a unirsi alla loro danza. Come all’inizio di ogni relazione, i due danzatori si presentano e si fanno conoscere in molteplici vesti. Non hanno paura di giocare con il proprio corpo e nemmeno con piume, parrucche e cinture. La loro sicurezza nel mostrarsi vulnerabili e in situazioni assurde li rende iconici e rassicura il pubblico, rendendo il palco e la platea uno spazio sicuro in cui potersi esprimere liberamente e lasciarsi trasportare dalla musica e dall’atmosfera. Anche da adulti siamo ancora in grado di stupirci, di giocare, di partecipare. Meno si possiede e più si riesce a gioire della semplicità e del nulla. Alla fine, bastano un corpo e un po’ di movimento, per sentirsi vivi e di conseguenza nasce l’interazione: composta da inseguimenti, movimento, ritmo, improvvisazione e perché no? Anche da una birretta tra amici. Perché la compagnia è imprescindibile per essere felici.

Arriva così la fine dello spettacolo e un velo di malinconia investe tutti i partecipanti. Il movimento ripetitivo e addolorato culla il pubblico verso un dolce commiato. Anche i momenti più belli hanno una fine, lasciando un senso di amaro in bocca o forse è il retrogusto della birra? Fatto sta che salutarsi è difficile e il pubblico cerca di rimandare questo momento il più a lungo possibile continuando ad applaudire e richiamando più volte in scena i nuovi amici per un altro profondo inchino.  Gli occhi brillano e i cuori sono gonfi di gioia. Questa ora di felicità è stata un regalo tanto per il pubblico quanto per gli autori ed è evidente dai loro sguardi. Un bell’esempio di come la generosità sia la chiave per costruire rapporti profondi e arricchenti, perché più si dona e più si riceve, tanto in platea quanto sul palco (e magari anche dietro le quinte).  E alla fine escono davvero tutti felici dalla sala, il pubblico è più legato rispetto a un’ora prima, anche gli sconosciuti chiacchierano fra di loro e il ritorno a casa è accompagnato da un sorriso sulle labbra, che parlano di danza e di felicità. We Speak Dance, ma anche we speak happiness.

Happy hour in autogrill (di e con Paola De Pasquale, Mirco Spadaro e Camilla Vinella)

Potrebbero interessarti

Punti di Vista

Un Circuito “for All”

Dalla newsletter del 15.12.2023

calendar icon01 marzo 2024
Punti di Vista

L’Arte è Pace

Un messaggio di Jon Fosse per la Giornata Mondiale del Teatro

calendar icon27 marzo 2024
Punti di Vista

Spiando una sala da ballo

Con contributi di M. Spadaro e M. Vianovi

calendar icon01 marzo 2024

Rimani aggiornato sulle novità!

Rimani aggiornato sulle novità!